TRIGGER IL CAVALLO PIU’ FAMOSO DEL WEST


Trigger (1932 – 3 luglio 1965) è stato un cavallo palomino divenuto famoso per aver “recitato” in diversi film Western interpretati dal suo padrone e cavalcatore, il cowboy dello schermo Roy Rogers.

Era nato Golden Cloud. Suo padre era un puro sangue inglese e sua madre una giumenta, che come Trigger, era un Palomino. Il regista cinematografico William Witney, che ha diretto Roy e Trigger in molti dei suoi film, dichiarò una differente linea parentale, ovvero che suo padre era uno stallone Palomino, anche se ancora nessun Palomino era stato registrato nell’anno di nascita di Trigger, e sua madre era figlia di un puro sangue inglese e di una giumenta da traino. Anche se Trigger rimase uno stallone per tutta la vita, non si è mai riprodotto e non ha discendenti. In seguito Roy Rogers usò Trigger Jr./Allen’s Golden Zephir come spalla per molti anni, e il cavallo chiamato Triggerson che l’attore Val Kilmer portò in scena come un tributo a Rogers e ai cowboy contemporanei durante la notte degli Oscar del marzo 1999, fu segnalato come un figlio di Trigger Jr.

Golden Cloud fece una prima apparizione come il destriero di Lady Marian, interpretata da Olivia de Havilland in “La leggenda di Robin Hood”, del 1938. Poco dopo, quando Rogers si preparava per fare il suo primo ruolo da interprete in un film, ha avuto l’occasione di scegliere uno fra cinque cavalli attori da cavalcare e scelse Golden Cloud. Rogers lo comprò nel 1943 e lo ribattezzò Trigger per la sua rapidità. Trigger imparò 150 trucchi e poteva camminare per molto tempo sulle zampe posteriori.

Trigger è stato cavalcato da Rogers in molti dei suoi film, diventando molto popolare tra il pubblico che lo vide insieme alla moglie di Rogers, Dale Evans. 

Trigger divenne il cavallo più famoso della storia del cinema, e spesso Rogers portava Trigger negli ospedali per visitare i bambini malati.

Dopo che il primo Trigger morì nel 1965, Rogers fece di tutto per preservare il corpo dell’animale. In seguito il corpo fu messo in mostra al “Roy Rogers & Dale Evans Museum”, insieme a una statua che raffigura Trigger rampante, ed in seguito furono esposti entrambi all’auction della Christie’s nel luglio 2010.